Liquidazione del fondo pensione e riscatto pensione integrativa

Nonostante il numero di lavoratori interessati ad aprire un fondo pensione integrativo sia esponenzialmente cresciuto negli ultimi anni, molti restano i casi di coloro che hanno reputato opportuno o necessario, fare un passo indietro. Chiedere il riscatto del fondo pensione anticipato è, infatti, abbastanza comune soprattutto tra chi non si è informato sufficientemente bene prima di compiere una scelta.

Riscatto fondo pensione: quando è possibile anticiparlo?

I motivi della richiesta anticipata del riscatto fondo pensione, solitamente, sono molteplici ma tutti in qualche caso accomunati da una valutazione fatta male in una fase preliminare.
Per aprire un fondo pensionistico è realmente indispensabile informarsi, conoscere la normativa, le regole inerenti la tassazione e le fasi di gestione.

Calcolo Gratuito Fondo Pensione

FONDI PENSIONEVOTO / VANTAGGICALCOLO PREVENTIVO GRATIS

Calcolo Veloce e Accurato, Zero Costi di Entrata, Switch Gratuito

Calcolo Immediato!

Le fasi che precedono il riscatto del fondo pensione.

Una volta deciso di aprire un fondo pensionistico è importante capirne le dinamiche di sviluppo che, generalmente, constano di 4 fasi.

  • una fase di contribuzione che prevede  il versamento dei contributi dell’aderente e l’accreditamento sulla posizione individuale
  • una fase di gestione, che prevede l’investimento dei contributi e degli interessi maturati dall’aderente
  • una fase di accumulazione che si sviluppa nel tempo e cresce con l’investimento dell’aderente
  • una fase di erogazione, ossia il riscatto.

La fase finale prevede il pagamento delle prestazioni al lavoratore tramite diverse modalità, quali:

  • pensione
  • capitale
  • pensione + capitale (forma mista)

Anticipare il riscatto del fondo pensione è possibile? Quali sono i tempi e le azioni da compiere?

Quando chiedere il riscatto del fondo pensione e in cosa consiste.

Solamente in caso di situazioni gravi o particolari è possibile riscattare in parte o completamente la posizione maturata, purché manchino almeno 5 anni all’età pensionabile del lavoratore.

Le questioni “gravi o delicate”, inoltre, devono sempre essere inerenti alla vita lavorativa e per ognuna di esse è prevista una percentuale dedicata.

I casi: esempio di riscatto del fondo pensione e percentuale assegnata

  • disoccupazione per più di 12 mesi ma meno di 48 > 50%
  • disoccupazione oltre i 48 mesi > 100%
  • mobilità/cassa integrazione > 50%
  • invalidità permanente > 100%
  • decesso > 100%

Per le somme riscattate è prevista una tassazione pari al 15%, con una riduzione dello 0,3% dopo ogni anno di contribuzione successivo al quindicesimo. Pertanto a seguito di 35 anni di versamenti l’aliquota scende al 9%.